Lettori fissi

mercoledì 8 gennaio 2014

FILETTO DI MAIALE CON CARCIOFI IN CROSTA


Prima ricetta e primo post del 2014, speriamo di cambiare qualcosa, siamo già all'8 del mese!!! 
Allora, le feste come sono andate? Tutto ok? Per me, bene costellate da pranzi e cene in famiglia, emozione nello scartare pacchettini per i bimbi e c'è pure scappata una minivacanza in Umbria, che adoriamo... tra borghi meno conosciuti ma lo stesso bellissimi, come solo il nostro belpaese sa donarci...!! Qui sotto vi metto qualche foto, alternative ai punti fermi come Assisi, Gubbio, Spoleto, Orvieto, Foligno che restano comunque meravigliosi!!
Veniamo alla ricetta: personalmente mi piace tanto il filetto di maiale in crosta con la pasta sfoglia e in casa mia rientra tra quelle ricette di cucina che durante le feste non mancano.... Stavolta l'ho arricchito con una farcia semplice di carciofi, che in attesa di gustare i miei (guardate la mia carciofaia...!!!), li ho acquistati....



Ingredienti:
un rotolo di pasta sfoglia - due filetti di maiale - una decina di carciofi - rosmarino - salvia - alloro - olio evo - sale e pepe - 1/2 bicchiere di un buon vino rosso - 1/2 cucchiaino di amido di mais - 3 o 4 spicchi d'aglio

Preparazione:
Quando cucino i filetti di maiale, preferisco sempre cuocerli prima in tegame così poi, avrò a disposizione il sughetto di cottura che mi permette di bagnare le fette, rendendole più saporite e non troppo asciutte.
Quindi, faccio un battuto con rosmarino, salvia, una paio di spicchi d'aglio, sale e pepe e massaggio bene la carne insaporendola. Se potete, fate questa operazione qualche ora prima di cuocere la carne, sarà più saporita!
Poi metto dell'olio in un tegame dai bordi piuttosto alti, e ci faccio rosolare la carne, sfumandola poi con il vino. Proseguo la cottura aggiungendo poca acqua (per far addensare leggermente il sugo, stemperare 1/2 cucchiaino di amido di mais in un paio di dita d'acqua e versare nel tegame).
Non è necessario arrivare alla cottura completa dei filetti, questa terminerà in forno.

Nel frattempo, cuocete i carciofi, li private delle foglie esterne più duri, li tagliate in quarti e li mettete in una ciotola d'acqua con del succo di limone.
Poi li fate rosolare in un tegame con dell'olio e una paio di spicchi d'aglio aggiungendo subito un pò di acqua per farli stufare. Regolate con sale e pepe, io personalmente aggiungo sempre un quarto di dato insaporitore.
Fate andare circa 20' a fuoco medio stando attente a non far asciugare il fondo, semmai aggiungete poca acqua per volta.

Stendete la pasta sfoglia, adagiate sopra i carciofi, poi il filetto e arrotolate. Non sigillate la pasta ai lati, così respirerà all'interno. Spennellate con dell'olio evo e infornate a 170° per circa 20-25'

Vi consiglio di cucinare il piatto almeno 1/2-3/4 d'ora ora prima di servirlo, se sarà troppo caldo, le fette non reggeranno.
Semmai, scaldate il fondo di cottura in tegame, ci penserà lui a rendere la carne tiepida, perfetta per consumare!






E come vi dicevo.... sono in trepida attesa dei miei carciofi, come una mammina.... se si comportano bene avrò bisogno di aiuto per sistemarli tutti!!!!



Come ho scritto all'inizio del post, abbiamo trascorso qualche giorno girovagando per piccoli borghi umbri, vi lascio con qualche scatto.....

Si inizia con Torre del Colle, piccolissimo borgo vicino Bevagna, chiuso in vecchie mura, avrebbe ospitato di lì a pochi giorni un suggestivo presepe vivente... Lo abbiamo visitato che era in fase di allestimento!



Altra tappa: Montefalco: con una bellissima piazza corredata da chiesa e teatro proprio in cima al colle... non manca niente: storia, cultura, enogastronomia.....





Che bello essere al di sopra della nebbia.....



Una bella scoperta: Massa Martana, anch'esso racchiuso in mura millenarie, raccolto, discreto... al suo interno, girovagando tra le piccole vie, si affacciavano fondi dove erano stati allestiti presepi provenienti da tutte le regioni d'Italia.... realizzati con i più diversi materiali: uncinetto, travertino, ceramica, rete per polli, marmo, legno, sughero, stoffe, bottoni e persino ghiaccio, con un bellissimo omaggio al nostro papa Francesco!!









Ultima tappa: Todi, abbarbicato su un colle che sovrasta la bellissima campagna circostante, più grande...




In questi piccoli vicoli, mi ci potrei perdere.... nel senso che adoro girovagare in queste stradine con casette perfettamente ristrutturate tenendo conto dei materiali originali e della storia che si portano dietro....




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails