Lettori fissi

mercoledì 2 marzo 2016

TORTINE ALLA LAVANDA E PESCHE


Ero un pò titubante, devo essere sincera.... mangiare la Lavanda??? Io l'ho sempre usata per aromatizzare o profumare ma in ambito culinario, mai!
Ma la curiosità era tanta... e ho voluto provare!
Ho trovato sul web, il blog di Barbara, Inchiostro e farina, che vi consiglio vivamente di visitare, è un blog ricco e molto carino!
La ricetta che propone Barbara, l'ho un pò rivisitata, aggiungendo qualche ingrediente...

Con questa ricetta, partecipo felicemente al giveaway dell'amica Simona, del blog Batuffolando: Le Primavere di Batuffolando, per festeggiare il suo grande traguardo!!!! Auguri, Simona!!!





Ingredienti:
80 gr zucchero di canna
35 gr miele
115 gr burro morbido
2 uova sbattute
4 cucchiai di latte
1 cucchiaio di fiori di lavanda tritati
100 gr farina
20 gr farina di riso
60 gr amido di mais
1/2 bustina di lievito in polvere
piccoli cubetti di pesca


Preparazione:
Ho sbattuto con le fruste elettriche il burro con lo zucchero e il miele.
Ho aggiunto poi le uova sbattute, il latte, la lavanda e amalgamato.
poi ho aggiunto le farine e per ultimo il lievito setacciato.
Ho riempito generosamente gli stampini da muffins per almeno 2/3 e sopra ho adagiato un pò di cubetti di pesca.
Infornato a 180° per circa 20' scarsi ma controllate che non si dorino troppo....






Due anni fa avevo raccolto e essiccato i fiori di lavanda e per il Natale successivo, avevo regalato alle donne del mio parentato un sacchettino interamente confezionato da me con dentro i fiori essiccati che emanavano un profumo meraviglioso: ideale per i cassetti o l'armadio.... Fu un'idea molto apprezzata, vi faccio vedere qui il sacchettino che ho tenuto per me e ogni anno rinnovo i fiori, l'aroma è troppo buono!!!



Per chi fosse interessata, metto qui lo schema per realizzare il ricamo, se non fosse ben visibile scaricandolo da qui, chiedetemi pure, ve ne invierò volentieri una copia via e-mail ^__^ !!


venerdì 19 febbraio 2016

ZUPPA TARTARA



Su uno scaffale della mia cucina, trova posto ormai da diversi anni un libro sulla cucina Fiorentina.... si sa, la tradizione gastronomica del luogo dove nasci e cresci è importante. Spesso mi sono cimentata in ricette etniche anche di altri paesi nonché di altri continenti e poi, ti imbatti in una ricetta semplice e accattivante come questa.... di cui fra l'altro ignoravo l'esistenza. 
Sarà stato l'aspetto che la foto mi mostrava... sarà stato per gli ingredienti: semplici e a portata di mano nella mia dispensa..... mi sono messa all'opera! Con ottimi risultati.

Ho utilizzato la marmellata di ciliegie che ho fatto la scorsa primavera e ho accompagnato la zuppa con le ciliege sciroppate che ho provato a fare per la prima volta, sempre la scorsa primavera.... in uno dei prossimi post, vi spiegherò come farle, perché sono una risorsa furbissima e dolcissima....



Ingredienti:
300 gr di ricotta ben scolata e soda - 200 gr di savoiardi - 1 bicchiere di Marsala - 100 gr di zucchero a velo - 150 gr di marmellata di ciliegie - 1/2 bicchiere di latte fresco 

Per decorare, ho usato le ciliegie sciroppate


Preparazione: 
Lavorate la ricotta (che deve essere ben scolata dal liquido e soda, è importante!) amalgamandovi lo zucchero a velo e fate riposare 10'.
In una ciotola mescolate il latte con il Marsala e imbeveteci i Savoiardi.
Devono inzupparsi bene.....
In uno stampo regolare (io ho usato quello da plumcake), disporre i Savoiardi e spalmateci sopra la ricotta lavorata, poi procedere con altri Savoiardi e a seguire sopra la marmellata di ciliegie, continuando con gli strati fino a riempire lo stampo.
Premete bene i biscotti in modo da compattare la mattonella.
Tenere il dolce in frigo almeno 2 ore prima del consumo e servire a fette.

Avendo servito le fette con le mie ciliegie sciroppate, le ho cosparse con lo sciroppo.... ancora più golose!!







giovedì 28 gennaio 2016

BARCHETTE DI PATATE




Salve amici! Ritorno con una ricettina gustosa e semplice. Personalmente adoro le patate, sono così facilmente impiegabili in cucina... trattandosi di un ingrediente cosiddetto povero, il suo uso in cucina, invece arricchisce il gusto e spesso anche la presentazione.
In questo caso, le ho usate intere anche come contenitore, vi assicuro che fanno la sua bella figura!




Ingredienti: 
Qualche patata - carne macinata (potete usare la carne che più vi aggrada: manzo, vitella, maiale, agnello... mista!) - piselli - noce moscata - vino rosso - sale e pepe - olio- carota, sedano e scalogno per il soffritto - scamorza - pan grattato

Preparazione: 
Lavate molto bene le patate e lessatele leggermente in acqua salata. Poi tagliatele a metà nel senso della lunghezza e scavatele leggermente.
Nel frattempo,  fate soffriggere carota, sedano e scalogno in un po' di olio. Aggiungere la carne macinata e fate insaporire bene.
Una volta che il composto ha riassorbito la sua acqua, sfumare con del buon vino rosso e aggiungere i piselli (se utilizzate quelli surgelati, vi consiglio di sbollentarli un poco, prima). Regolare con sale, pepe e noce moscata.
Schiacciare la polpa di patata e amalgamarla al composto.
Farcire le patate con il composto e adagiarci sopra una generosa fettina di scamorza e spolverarle con un po' di pangrattato.
Passare in forno con funzione grill per  circa 25'. Servire calde.


giovedì 7 gennaio 2016

VELLUTATA ALLE PATATE E CIPOLLE... PER INIZIARE IL 2016 CON UN COMFORT FOOD


Prima ricetta del 2016!!! Dopo gli stravizi delle feste, ho pensato di coccolare me e la mia famiglia con una vellutata... un confort food che ben si addice anche al clima umido che sta caratterizzando questi giorni.
Tra dolcetti, pasti un po' più sostanziosi condivisi con familiari e amici in queste settimane, una sera nel decidere cosa preparare per cena, ho avuto l'ispirazione di un piatto caldo, cremoso e gustoso... ed è nata questa crema che vi consiglio vivamente!!

Nel darvi il benvenuto in questo mio piccolo spazio nel nuovo anno, mi auguro possa accogliervi un po' più spesso di quanto ho fatto ultimamente... non è sempre facile portare avanti tutto con costanza ma cercherò di ritagliarmi del tempo per poter dedicare qualche momento in più al mio blogghettino.... 
Tutto questo sa di nuovi e buoni propositi, come si legge spesso in questi giorni e che io quasi detesto...???  ^__^


Ingredienti: 
4 grosse patate - 1 cipolla grande (io ho usato una cipolla rossa ma forse quella bianca è ancora più indicata) - 750 ml di latte p.s. - 1/5 litro di brodo vegetale - sale - prezzemolo - pepe nero - un cucchiaino di zenzero in polvere - Parmigiano Reggiano q.b.

Preparazione:
Mettete la cipolla tagliate a fette in acqua per qualche ora.
In una casseruola, con latte e brodo, mettere le patate tagliate a tocchetti e le cipolle. Regolare con sale e pepe e aggiungere lo zenzero.
Portare a ebollizione e cuocere bene. Con il mixer, ridurre tutto a una purea. Consiglio di togliere un po' di liquido di cottura prima e di aggiungerlo semmai dopo aver mixato per raggiungere la giusta consistenza cremosa.
Riportare un po' sul fuoco, mescolare delicatamente, aggiungere del prezzemolo tritato e il Parmigiano per mantecare.
Servire calda.
Io ho accompagnato la vellutata con dei crostini fatti con pane da tramezzini, spennellati con una miscela di olio, sale, prezzemolo e aglio tritati e passati in forno con funzione grill per circa 15'. 
Si possono usare come gustosi cucchiai...... Bon appetit!!!


mercoledì 11 novembre 2015

TAGLIATELLE AL CARBONE VEGETALE


Avete mai sentito parlare del carbone vegetale? Nel mio spulciare il web mi era capitato più volte di "incontrarlo", poi una mia amica lo ha acquistato proponendomi di far parte di un gruppo di acquisto e sono stata subito disponibile..... Via libera alla fantasia, allora! In famiglia l'aspetto non ha convinto subito poi c'è da ammettere che il carbone vegetale non influisce nè sul sapore nè sull'odore ma solamente sul colore: nero profondo!!
E' l'alternativa al nero di seppia ma sono indubbie le qualità e l'origine naturale della sostanza.
Ho pensato di inaugurare l'utilizzo di questa polvere con la pasta fatta in casa nelle tipiche tagliatelle che ho pensato di contrapporre al colore rosso del pomodoro abbinato al bianco della ricotta....


Ingredienti: 
Per la pasta: 180 gr di farina - 120 gr di semola di grano duro rimacinato - 2 uova - un pizzico di sale - un cucchiaio di olio extra vergine di oliva - 5-6 gr di carbone vegetale - acqua q.b. per ottenere un impasto sodo e compatto 
Per il condimento: sugo pomodoro e basilico (che quest'estate ho preparato e messo sottovuoto) - ricotta fresca vaccina - ricotta salata grattugiata


Io ho utilizzato la macchina del pane per impastare la pasta, mettendo prima le uova, poi le farine, l'olio, il sale, il carbone vegetale e man mano che gli ingredienti si amalgamavano, aggiungevo l'acqua. Poi ho fatto riposare un po' il panetto e successivamente con l'aiuto di nonna papera, l'ho stesa e fatta asciugare distesa sul tavolo.
Poi una volta asciugata, l'ho passata alla trafila per tagliatelle.
Le ho lessate in abbondante acqua salata e condita.
La ricotta salata finale le dona un sapore buonissimo!!


mercoledì 28 ottobre 2015

ROSE SALATE AL SALMONE E AL SALAME


Sul web impazzano le rose dolci alle mele e le ho fatte.... buone!! Semplici e veloci da fare ma con un risultato che sorprende..... magari posterò anche quelle perchè possono essere davvero il salvataggio per preparare un dolcetto con poco preavviso ma che soddisfa. 
Nel frattempo però, ho studiato una versione salata e ci è piaciuta un sacco!!
Ne ho fatti di due tipi: al salmone e al salame, entrambe le versioni gustosissime! Ho abbinato al primo lo stracchino e al secondo il Galbanino a fette.... ma potete personalizzarle come volete....

Ingredienti:
Pasta sfoglia 2 dischi (optate per la pasta sfoglia quadrata: risulterà molto più comoda...) - fettine sottili di salame - salmone affumicato 100 gr - stracchino 100 gr - Galbanino a fette - pan grattato - olio evo

Preparazione:
Stendete la pasta sfoglia e tagliatela a strisce. Spalmare metà striscia per la lunghezza di stracchino, disporre i pezzettini di salmone sulla parte opposta, ripiegare la sfoglia con lo stracchino coprendo leggermente il salmone e arrotolare.
Per la versione con il salame, tagliate a strisce anche il Galbanino e disporlo come lo stracchino. Al posto del salmone, il salame (le fettine di salame le ho tagliate a metà in modo da creare delle mezzelune) e procedere ad arrotolarle allo stesso modo.




Su entrambe le versioni, spolverizzare con del pangrattato e prima di infornare a 180° per circa 25', oleare leggermente.






Non sono carine?? Un'idea diversa per servire un aperitivo o gli antipasti ma anche da portare ad un picnic o per un buffet......

giovedì 22 ottobre 2015

STRUDEL DI FRUTTA ROTONDO


Ritorno ad arricchire il mio blog dopo tutta l'estate, impegnata a curare il mio orto, le mie piante, il mio spazio green..... Non ho sperimentato neanche tantissimo in cucina ma rientro con una ricetta gustosa e riuscita benissimo!
La farcitura è aperta a una scelta infinita di combinazioni, per questo l'ho nominata "di frutta", io ho omesso la frutta secca che comunque ci sta benissimo perchè devo attendere accertamenti per il mio piccolo, probabilmente non può consumarla per allergia e così oltre alle calorie, mi vedo precludere anche la frutta secca.... speriamo di no..... :-(
Questa torta dovrebbe essere fantastica in estate, durante la quale c'è grande scelta di frutta gustosa e con ricca polpa, come albicocche o susine o pesche..... ma pensate anche ad una farcitura di fragole o frutti di bosco!!
Provatela, perchè è molto facile e veloce da realizzare e il risultato sarà di grande apprezzamento!!


Ingredienti:
due dischi di pasta sfoglia - 4 mele rosse - 2 cucchiai di uvetta essiccata - marmellata di albicocche - una decina di biscotti Marie - zucchero di canna (per la farcitura e per la copertura) - il succo di un limone - latte (per spennellare la copertura)

Preparazione:
Tagliare a cubetti le mele e metterle in una terrina con il succo di limone. Nel frattempo, mettere a bagno l'uvetta in dell'acqua (potete aromatizzarla con del vin santo o del Marsala) per circa 10', poi strizzatela. Stendete un primo disco di pasta sfoglia e bucherellate la superficie con una forchetta.
Aggiungere alle mele, l'uvetta strizzata, la marmellata, i biscotti sbriciolati bene e un paio di cucchiai di zucchero di canna. Mescolate bene il tutto e versate il composto sulla pasta sfoglia. Stendere l'altro disco di sfoglia e sigillare i bordi.
Spennellare la superficie con il latte e spolverizzare con altro zucchero di canna.
Infornare a 190° per circa 25-30'.
Se volete potete spolverizzare con dello zucchero a velo ma anche la superficie croccante e ambrata che si forma è bella a vedersi!







Inoltre, è con piacere che "partecipo al giveaway della Baita dei Dolci" ;-)



mercoledì 24 giugno 2015

PARMIGIANA DI ZUCCHINE


Zucchine, zucchine, zucchine..... oltre naturalmente anche ad altri ortaggi.... ma in quantità quasi industriale: il mio orto è entrata perfettamente in attività! Naturalmente, oltre a pensare e trasformare queste verdure e conservarle in vario modo (sottolio, congelate, magari già in sughi, ecc...) si pensa anche ad altre ricette.... Ho pensato di rielaborare la più famosa parmigiana di melanzane sostituendo quest'ultime con le zucchine. Il piatto mi ha convinto, tanto che ho il piacere di condividerlo!!

L'olio extra vergine e la salsa di pomodoro sono quelli generosamente inviatami da GustaSalento, direttamente dalla Puglia. Anche la salsa non ha deluso le aspettative!!


Ingredienti: 
Zucchine, scamorza, salsa di pomodoro (io GustaSalento), olio extra vergine di oliva (io GustaSalento), sale, pepe

Preparazione: 
Ho preferito grigliare le zucchine, invece di friggerle, tagliandole per il lato lungo. Normalmente uso la piastra in ghisa da tenere sui fornelli: la faccio scaldare bene, spennello con dell'olio, dispongo le fette di zucchina (max 1/2 cm di spessore), cospargo con poco sale e pepe e una "C" di olio. Dopo pochi minuti (appena si sono formate le striscioline scure), le giro facendole grigliare dall'altra parte e le ricondisco. Sono molto saporite e con il calore durante la cottura, assorbono bene il condimento....
Si taglia a fette la scamorza e poi si procede a formare gli strati in una pirofila: salsa di pomodoro, zucchine grigliate, scamorza a fette, poi ancora pomodoro, zucchine e scamorza. L'ultimo strato di scamorza l'ho messa a dadini invece che a fette in modo da rendere più omogenea la superficie. Per creare un po' di crosticina, ho spolverato leggermente con del pangrattato.
Ho infornato a 180° per circa 20'. Vi informo però che ho provato anche con il microonde: alla potenza massima per circa 8' e qualche minuto con il grill.... buone lo stesso!





Ho tagliato la parmigiana il giorno dopo e in queste foto che vedete non l'avevo riscaldata abbastanza: se la scaldate a dovere, il formaggio risulterà molto più morbido e avvolgente.... 



lunedì 8 giugno 2015

TORTA ROCHER


Questa torta è stata dedicata a mio figlio Matteo che adora la nocciola.... per il suo compleanno, questo dolce lo ha fatto letteralmente impazzire! Avete notato il nome? Esatto, questa torta si rifà al più famoso cioccolatino, gli ingredienti principali: nocciola, wafer e cioccolato, qui in particolare Nutella.... vi ispira? Vi assicuro che è fantastica! Certo, con il caldo incredibile di questi giorni, non è il massimo.... si addicono molto di più dolci freschi, senza cottura, magari allo yogurt.... ma prendete nota.... vi consiglio di provarla prima o poi..... 


Ingredienti:
Per la base: 250 gr di farina 00 - 50 gr di farina di nocciole - 12 cucchiai di zucchero semolato - 12 cucchiai di latte - 12 cucchiai di olio extra vergine di oliva (io GustaSalento) - 2 uova - 1 bustina di lievito per dolci - spray staccante Fabbri

Per la crema di farcitura: 300 gr di Nutella - 200 ml di panna - 100 gr di biscotti wafer - 80 gr di granella di nocciola

Per la decorazione: 300 ml di panna - 100 gr di granella di nocciola - nocciole intere

Preparazione: 
Per prima cosa, dedicatevi alla base. Montare lo zucchero con le uova, aggiungere poi l'olio e il latte, poi la farina di nocciola e infine la farina 00 setacciata con il lievito.
Cospargere una teglia da forno con lo staccante Fabbri e versarci il composto. Infornare a 180° per circa 30'.
Fate raffreddare e tagliate a metà il disco.
Nel frattempo, preparare la crema che utilizzerete per farcire i due dischi di pasta. Montare la panna ma solo leggermente. Aggiungere la Nutella e amalgamare con una spatola. Poi unire i biscotti wafer sbriciolati (io li ho battuti con il batticarne dopo averli chiusi in un capiente strappo di carta forno) e la granella di nocciole. Mescolare bene e spalmarla tra i due dischi della base.

Per la decorazione, montare bene la panna e ricoprire la torta completamente. Decorare la parte esterna verticale della torta con la granella. Utilizzare la restante panna montata facendo dei ciuffetti nella parte più esterna della parte superiore, cospargere la parte centrale prima con la granella e infine con altri ciuffetti di panna. Per ultimo, su alcuni ciuffi di panna, applicare delle nocciole intere.....







LinkWithin

Related Posts with Thumbnails