Lettori fissi

mercoledì 9 luglio 2014

BARRETTE ALLA MARMELLATA DI FRAGOLE


Nelle scorse settimane le fragole hanno invaso la mia cucina, quest'anno è stato un frutto protagonista in casa mia!
Fra le varie preparazioni, non è mancata la marmellata, fatta in maniera più semplice possibile, con la lista degli ingredienti più corta che c'è!
Fragole e zucchero... come sempre ho optato per una proporzione 100:60 ossia, per ogni etto di frutta, 60 gr di zucchero. Addirittura, per come erano mature le fragole, poteva bastare anche un pò meno zucchero ma quest'ultimo nelle marmellate rappresenta anche l'elemento che permette la conservazione, non si può diminuire troppo!
Ho messo le fragole tagliate in due, a bollire. Appena si è creata una purea morbida, ho aggiunto lo zucchero e lasciato bollire piano piano a fuoco bassissimo fino a che non ho raggiunto la giusta densità. Tenete conto che nel raffreddarsi, la marmellata si addenserà ancora un pò.
Appena spento il fuoco, tenete pronti i barattoli sterilizzati e riempiteli, chiudendoli subito. Il calore della marmellata brucerà in pochissimi minuti l'ossigeno presente, mandando sottovuoto il barattolo.

La ricetta di queste barrette l'ho trovata sul sito Le ricette della nonna, l'idea è stuzzicante, anche se, dovendole rifare diminuirei la quantità di burro....


Ingredienti:
250 gr di farina - 2 tuorli - 250 gr di zucchero di canna - 1 cucchiaino di lievito vanigliato - 200 gr di burro - 1 pizzico di sale - marmellata di fragole q.b.

Preparazione:
Ho messo nel robot lo zucchero e il burro ammorbidito e sbattuto. Ho aggiunto i tuorli e poi gli ingredienti secchi (farina, lievito e sale) precedentemente mescolati e setacciati.
Ho formato una palla, tipo una frolla e diviso in due panetti.
Uno l'ho tenuto in frigo per un'ora, l'altro nel congelatore per 20'.
Ho preso il panetto della pasta dal frigo, stesa in una teglia, ci ho versato sopra la marmellata con uno strato omogeneo.
Poi ho preso il panetto dal congelatore e ho grattugiato sopra la restante pasta.
Infine, ho messo in forno a 170° per circa 20-25'.
Una volta raffreddato il dolce, l'ho sformato e tagliato a rettangoli. 





Negli ultimi tempi, mi sono riavvicinata all'uncinetto e non solo.... mentre la marmellata cuoceva piano piano, ho realizzato un copribarattolo.... semplice ma d'effetto!!
Ho utilizzato cotone n° 8 giallo scuro, uncinetto 1,75 e infine decorato con del nastro marrone... se siete interessate allo schema, fatemelo sapere!!













A presto!!!! ^__^

mercoledì 25 giugno 2014

TORTA VELOCISSIMA ALLE ALBICOCCHE COTTA IN PADELLA


Ho trovato ispirazione nel blog de "La pulce e il topo", quando ho letto di una torta cotta in padella mi sono detta che era proprio quello che mi ci voleva.... Volevo preparare qualcosa per la colazione di domattina ma voglia di accendere il forno: zero!! Insomma, andando a curiosare la ricetta, ho scoperto che è anche velocissima, così mentre facevo un sughetto per la pasta con gamberetti e le prime zucchine del mio orto, ho preparato l'impasto di questa torta e l'ho cotta!!
L'unica variante che ho apportato, sta nella frutta utilizzata.... nel forum viene realizzata con le pesche, io avevo invece le mie albicocche, quelle raccolte dal nostro alberello, che ci ha donato ben quasi 3 kg di dolcissimi frutti. 
Provatela, anche con altra frutta, è molto versatile e vi risolve con velocità la voglia di un dolcetto!!!

Ingredienti: 
7/8 albicocche - 2 uova - 160 gr di zucchero semolato - il succo di mezzo limone - 250 ml di latte - 150 gr di farina 00 - 40 gr di burro - 1 cucchiaio di Marsala - zucchero a velo

Preparazione:
Riducete a fettine le albicocche e mettete circa 20' a macerare con lo zucchero, il Marsala  e il succo di limone.
Sbattete le uova e aggiungete poi il latte e la farina setacciata. Aggiungete infine la frutta e 1/4 del burro (io l'ho fuso). 
Il restante burro lo fate sciogliere nella padella e versateci il composto, facendo cuocere a fuoco basso per almeno 10'. Poi con l'aiuto di un piatto o il coperchio, girate la torta e fatela cuocere anche dall'altra parte per altri 10'.
Trasferitela su un piatto da portata e una volta fredda, spolverizzate con lo zucchero a velo. 








Credetemi, i miei figli non hanno saputo resistere fino alla colazione e stasera l'abbiamo assaggiata. 
Forse dipende dal fatto che abbiamo usato le NOSTRE albicocche, ma questa torta è piaciuta particolarmente!!!! 
Eccoci, orgogliosi del nostro piccolo, grande raccolto!!!!



martedì 17 giugno 2014

FOCACCINE AL FORMAGGIO MORBIDO e un cestino multiuso......


La ricettina che vi presento in questo post è estremamente veloce e versatile. Le ho deliberatamente e spudoratamente copiate dall'amica Paola di Zenzero e Limone. Avevo salvato la ricetta già da un bel pò, ma ho potuto realizzarla solo ora e siccome queste focaccine mi sono piaciute tantissimo.... ho deciso di condividerle. Grazie Paola!!!

Negli ultimi giorni ho anche fatto tornare in vita la mia macchina da cucire.... erano mesi che si trovava sepolta in uno scaffale nel ripostiglio. Complice un sito inglese, dove ho scovato una serie di tessuti molto glamour, mi sono buttata nel realizzare piccoli accessori.... ma ne riparlo a fine post!!!

Ora la ricetta!!
Ingredienti:
200 gr di farina (Paola ha utilizzato la farina autolievitante, io non la uso, quindi ho usato farina normale con l'aggiunta di 1/2 bustina di lievito istantaneo) - 80 gr di formaggio morbido spalmabile - 80 ml di acqua . 20 ml di olio extra vergine di oliva - 1 cucchiaino di sale

Preparazione:
Su una spianatoia formate una fontana con la farina, aggiungete tutti gli ingredienti e formate una palla che farete riposare per circa 10'.
Dividere poi l'impasto (con le dosi descritte si formeranno circa 8 focaccine), formate delle palline e schiacciatele.



Io ho usato una piastra antiaderente, appena un goccio d'olio e quando è calda calda, appoggiateci le focaccine. Ci vogliono qualche minuto di cottura per parte.


Vi consiglio di far raffreddare un pochino le focaccine, aprirle e farcirle a piacimento....
Io ho messo prosciutto crudo, maionese, cipolla fresca e insalata!! Buonissime!!!!!
Tant'è che non sono riuscita a fare la foto dell'interno.... le abbiamo letteralmente divorate ^__- 



Per concludere voglio condividere il mio primo oggetto di cucito, realizzato da sola. Ne vado molto fiera, è una piccola cosa, ma per chi come me non ha molta dimestichezza con il cucito (nonostante la mia mamma sia sarta e forse è proprio per questo che non sono molto abile: per qualsiasi cosa c'è lei....), per me, rappresenta un grande traguardo. Si parte da piccole cose e poi.... chissà!!!!!
VOLERE E' POTERE, ne sono convinta!!!!






Se qualcuna è interessata alla spiegazione, me la chieda pure.... E' la prima volta che vi rendo partecipi di qualcosa al di fuori della cucina, sul mio blog... ma la mia "allegria" è fatta anche di questo!!!! 
A presto!!!!


venerdì 30 maggio 2014

PANINI DOLCI LIEVITATI


Difficile trovare il tempo per aggiornare.... oltre alle normali attività, è partita la stagione dell'orto e del giardino e con le giornate così lunghe, mi ritrovo ancora alle prese con annaffiare, rincalzare, cogliere, assistere le varie piantine.... Oltre a ciò, siamo stati occupati parecchio alla costruzione del forno a legna e non vedo l'ora di testarlo cuocendoci il mio pane....
Oltre a questo, ho ripreso a dedicarmi al cucito e uncinetto, ora per esempio sto confezionando le tende per la casetta in legno e, non essendo così disinvolta in questa attività, ci metto praticamente il doppio del tempo, ma non importa: anche la soddisfazione sarà doppia!!!

Qualche giorno fa, però, mi sono ritagliata un pò di tempo per preparare questi panini dolci, farciti con la marmellata di fragole che ho fatto in casa. Purtroppo le piantine di fragole che abbiamo messo quest'anno ancora non sono in piena produzione (e poi sono solo 10...), quindi non sono sufficienti per farne della marmellata. 
Ogni 3 o 4 giorni cogliamo i fruttini rossi solo per mangiarle accompagnandole a un gelato, ma stanno allungandosi e mi è stato spiegato come riprodurle: dunque l'anno prossimo, forse..... ^__^

Sono partita per fare solo panini ma poi con la pasta a disposizione, non ho saputo resistere e mi sono divertita con forme anche diverse!!


Ingredienti:
500 gr di farina (io Manitoba) - 250 ml di latte - 30 ml di olio - 1 uovo - 1/2 cubetto di lievito (io ho usato circa 5 gr di lievito di birra liofilizzato) - 70 gr di zucchero - un tuorlo per spennellare - riccioli di cioccolato bianco e codine di cioccolato fondente per decorare - marmellata di fragola per farcire

Preparazione:
Ho messo nel mixer la farina, il latte dove avevo fatto sciogliere il lievito, l'olio, l'uovo intero, e lo zucchero. Ho fatto lievitare l'impasto per circa 2 ore, poi prendendo un pò di pasta alla volta ho formato dei panini, creando prima un pò di spazio all'interno e mettendoci una generosa cucchiaiata di marmellata di fragole e tirando poi la pasta sulla parte superiore "chiudendo" il panino sulla parte che appoggerete sulla placca.
Ho formato anche una treccia e l'ho chiusa a cerchio. 
Infine, non ho saputo resistere a fare le classiche brioche a cornetto, naturalmente farcendole anch'esse con la marmellata.
Spennellate con il tuorlo leggermente sbattuto. Io ho messo sopra i riccioli di cioccolato bianco sui panini e le codine di cioccolato fondente sulla treccia e sui cornetti, ma potete anche usare la granella di zucchero e quello che più vi piace.....
Una volta finito, lasciare lievitare ancora per una mezzoretta e poi infornate a 180° per circa 15'







Nel prossimo post, vi farò vedere le mie creazioni di cucito, sempre che risultino presentabili...... 


giovedì 8 maggio 2014

CRACKERS AI CAPPERI


Uno snack saporito e sfizioso, anche piuttosto veloce da preparare e perfetto per un aperitivo.... I miei crackers sono ai capperi ma volendo potete personalizzarli, per esempio alla cipolla o alle olive, tagliate finemente....
Si preparano velocemente e si mantengono benissimo per qualche giorno!


Ingredienti:
Per la pasta: 300 gr di farina - un pizzico di sale - 60 gr di burro - 2 uova - 50 ml di olio - 20 gr di capperi
Per la decorazione: latte q.b., capperi q.b. (facoltativi) - sale grosso q.b.

Preparazione:
Mettete in un mixer la farina con il sale, aggiungere il burro a pezzetti, le uova, l'olio e i capperi. Mescolare bene, otterrete una frolla che sarebbe meglio far riposare in frigo per circa 30'.
Poi stenderla con uno spessore di circa 1/2 cm e ritagliare a piacimento: io ho usato uno stampino quadrato e smerlato e adagiare i crackers su una teglia rivestita di carta forno.
Praticare dei fori sulla superficie, anche con una semplice forchetta. Spennellare con del latte, facoltativamente e per avere un sapore più deciso, aggiungere dei capperi tritati anche sulla superficie (io non l'ho fatto).
Spolverare con del sale grosso, senza esagerare e infornare a 180° per circa 15'. Controllate, però: a me ne sono bastati 10 e alcuni si sono cotti troppo....






martedì 29 aprile 2014

RAVIOLI DOLCI CON FROLLA AL CARDAMOMO E RIPIENO CON RICOTTA E FRAGOLE


Di ritorno da una bella e meritata vacanza, avevamo bisogno di addolcire il rientro a casa.... noi grandi per prepararci al rientro ai posti di lavoro e i "piccoli" per il ritorno a scuola che poi per loro è il posto di lavoro! E' incredibile come ci abituiamo subito ai ritmi lenti e senza assilli della vacanza: risveglio senza fretta, colazioni più ricche e rilassanti, ammirare fin dal primo mattino, panorami diversi, visitare luoghi nuovi e ci possono arricchire da più punti di vista....
Poi la vacanza finisce, si torna a casa: sveglia che ti avverte di alzarti, prepararti e andare....
Vi dicevo, dunque, che ci siamo aiutati con questi dolcetti. 
Li avevo già preparati anni fa e non li avevo postati. Con le dovute variazioni (anche di stagione, vedi inserimento fragole), sono risultati veramente deliziosi! 
E poi hanno una marcia in più, perchè le fragole che ho usato sono quelle delle mie piantine che hanno dato i loro primi frutti.... già ero orgoglioso della mia rustica fragoliera, adesso lo sono ancora di più, gustando la dolcezza delle mie fragole!!!






Non resta che partire per un'altra vacanza: ci godiamo qualche altro giorno fuori e poi torniamo e altro dolcetto a deliziarci: ogni scusa è buona..... ;) 

Ingredienti:
Per la pasta frolla: 350 gr di farina - 2 uova - 100 gr di zucchero - 70 gr di burro - 30 gr di olio - 1/2 cucchiaino di lievito per dolci - 1/2 cucchiaino di cardamomo - un pizzico di sale
Per la farcitura: 150 gr di ricotta ben scolata - 50 gr di zucchero - 1 uovo - qualche goccia di estratto di vaniglia - 100 gr di fragole
Per la decorazione: zucchero a velo

Preparazione:
Innanzitutto si lavano le fragole e si tagliano a pezzetti piccoli piccoli. Si mescolano con un paio di cucchiai di zucchero e si lasciano macerare per qualche ora.
Poi si prepara la frolla, mescolando la farina con le uova, lo zucchero, il sale, il burro (freddo), l'olio e il cardamomo (io ho quello in grani, quindi si aprono i grani e si pestano i chicchi fino a ridurli in polvere). Si aggiunge per ultimo il lievito e si forma una palla.
Si prepara poi la farcitura, mescolando la ricotta (mi raccomando, che sia scolata bene!) con lo zucchero, un uovo intero e la vaniglia (facoltativa). Si uniscono le fragole (badate di scolare bene anch'esse dal liquido che avranno sicuramente formato!!) oppure, ne aggiungete un pò su ogni ripieno, come ho fatto io...
Stendete la pasta in strisce larghe circa 10 cm, a una distanza di 7-8 cm, mettete un generoso cucchiaio di farcitura alla ricotta e un bel cucchiaio di fragole. Ripiegate le strisce nel senso verticale e con le dita premete bene i bordi laterali della striscia e lo spazio tra farcitura e farcitura. Con una rotella dentata, ritagliate i ravioli, disponeteli su una teglia da forno rivestita di carta forno e infornate a 180° per circa 15'.


Personalmente, la frolla troppo cotta non piace granchè, quindi tendo a non esagerare con il tempo di cottura, mi piace la consistenza sempre un pò morbida ma voi potete seguire i vostri gusti e attendere qualche minuto in più per ottenere dei ravioli belli croccanti!!!


Capiterà, se avete steso la frolla non troppo alta, come ho fatto io, che in cottura il raviolo tenda a creparsi e a far fuoriuscire un pò di liquido rosso delle fragole, secondo me è bello e goloso a vedersi.....
Una volta raffreddati, spolverare con dello zucchero a velo.

Sono favolosi tiepidi e si mantengono per dei giorni, conservati in un barattolo di latta!






Qualche scatto per ricordare la nostra ultima uscita......

La rocca di San Silvestro con il museo archeominerario: 


La "Buca delle fate" a Baratti, dove non è mancato l'avvistamento di delfini!!!







Il sito archeologico di Populonia:




LinkWithin

Related Posts with Thumbnails