Lettori fissi

martedì 30 agosto 2011

STRUDEL ALLA CREMA DI PANNA E COCCO


Salve a tutti!!! Sono rientrata dalle vacanze, riposata, rilassata, fresca e soprattutto stimolata a darmi da fare in cucina.
Quest'anno è stato un tripudio di specialità e prodotti genuini che siamo riusciti a scovare io e la mia famiglia... Con calma vi racconterò tutto, intanto vi presento questa ricettina che ho realizzato con panna e burro acquistati proprio direttamente dalla contadina che abbiamo conosciuto vicino Porlezza (tra il lago di Como e il lago di Lugano), dove abbiamo trascorso la nostra splendida vacanza!!
E siccome si tratta di una ricetta dolce, vorrei partecipare alla raccolta di Laura del blog Io... così come sono..., CUCINANDO DOLCEMENTE


Ingredienti:
Pasta sfoglia 1 rotolo
Per la crema: 60 gr di burro - 40 gr zucchero - 20 gr di cocco in polvere - 1 limone grattugiato - 100 gr panna fresca - 3 uova

Per il composto: 120 gr di cocco in polvere - canditi (io non li ho messi) - 120 gr zucchero
Per spennellare: 20 gr burro fuso

Preparazione: 
Ho preparato la crema sbattendo il burro, lo zucchero, il cocco, il limone grattugiato e la panna. Poi ho aggiunto un tuorlo per volta e infine le chiare montate e neve.
Poi ho fatto il composto con cocco e zucchero.
Ho steso la pasta sfoglia, spennellato la superficie con il burro , messo sopra il composto, aggiunto la crema, richiuso a rotolo, spennellato ancora con poco burro rimasto e infornato a 180° per circa 1/2 h.

N.B.: La crema aveva una consistenza molto morbida, per cui ho dovuto utilizzare uno stampo da plumcake, dopo averlo spennellato di burro, ho messo dentro la pasta lasciando abbondante bordo esterno per ripiegare all'interno e chiudere lo strudel.





Molto gradevole il gusto del cocco (a chi piace, ovviamente) abbinato all'agro sottile del limone. E poi la consistenza finale della crema cotta, che resta comunque morbida e avvolta dalla croccantezza della sfoglia!



***************


Ecco dove prendevo tutte le sere il latte appena munto, direttamente nel prato di Luigia dove le sue mucche offrivano il loro bene prezioso....


Vedete come mi riempivano la bottiglia??


Tutto a mano, senza la mungitrice elettrica.... ^__^


Guardate che schiuma....



E questo il burro che Luigia fa da sola, qui il panetto da 250 gr con la stella alpina:



Questo invece il panetto da 500 gr con la mucca:


Eccoli gli stampi, ancora in legno, che Luigia utilizza...!!!



Questo è solo l'inizio della carrellata di meraviglie che ho vissuto... alla prossima!!!

^__*

19 commenti:

  1. Io penso che questo potrebbe diventare uno tra i miei dolci preferiti!!!Lo salvo subito!!

    RispondiElimina
  2. Ma che meraviglia prendere il latte appena munto...e il burro è delizioso. Lo immagino già spalmato su pane fresco. Il tuo dolce sembra delizioso! Bentornata ;-)

    RispondiElimina
  3. Ciao Francesca, bentornata!!! Non vedo l'ora di sapere come sono andate le tue vacanze. Dalle prime immagini sembra benissimo!!! A presto, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Questo strudel è una vera bontà...e che fantastica esperienza hai fatto...ben tornata e al prossimo reportage...stefy

    RispondiElimina
  5. che meraviglia!!! aspetto i prossimi post:-) Dessi

    RispondiElimina
  6. ciao ben ritrovata, un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. che meraviglia!!! ben rientrata...baci

    RispondiElimina
  8. Ciao! complimenti davvero! questo burro deve essere sublime! anche il tuo strudel però nons cherza: cremoso e fresco ocn la frutta secca!
    bravissima, un'idea diversa che ci piace molto!
    baci baci

    RispondiElimina
  9. Bentornata! E che dolce ritorno!!!
    Bellissime le scene di vita bucolica, sanno di buono e di antico!
    Stefania Profumi&Sapori

    RispondiElimina
  10. Ciao!!! bentornata!!!!! che meraviglia le tue vacanze...gli stampi del burro sono fenomenali!!!! e il tuo strudel mi fa una gola pazzesca.... complimenti!!!!

    RispondiElimina
  11. Non oso immaginare la bontà di quel latte appena munto e di quel burro appena fatto. E di questo strudel appena sfornato ne vogliamo parlare?!?!? Mi arriva il profumino fino a qui :) Un baciotto

    RispondiElimina
  12. Burro e strudel da urlo tutto meravigliosamnete goloso!!baci,Imma

    RispondiElimina
  13. Concordo con Imma, volevo proprio scrivere le stesse parole. :)
    Baci.

    RispondiElimina
  14. bentornata!!:)
    e che ritorno!! che foto, che posti, che ricetta!!!
    già sogno le prossime vacanze seguendo i tuoi meravigliosi consigli :))
    il burro negli stampi di legno lo adoro!!! lo scorso autunno in una malga in trentino ho trovato il burro con i disegni della mucca :), e gli stampi in legno, e che sapore il burro!!!!tesori di grandissimo valore, da apprezzare e tutelare!
    e il latte appena munto!!! un sogno!!!! hai trascorso una vacanza splendida!!!
    il dolce, più lo guardo più non resisto!! quel ripieno!!! dovrei prepararlo...
    avevo preso del burro su in Val Venosta ma è già finito!! con le patate prese in montagna lo abbiamo finito in pochissimi giorni :)
    grazie per il bellissimo post e ai prossimi :)))
    baci

    RispondiElimina
  15. Che bello! il latte direttamente dalla mucca! carini gli stampi x il burro!
    Bentornata! ottimo lo strudel! mi piace questa variante!

    RispondiElimina
  16. Che carino il reportage sulla mungitura e le forme di burro fresco!

    RispondiElimina
  17. Mamma mia cara Francesca, quanto è goloso questo strudel, una delizia!!!!! E cosa dire del burro????????????? Wow!!

    RispondiElimina
  18. Lo strudel è delizioso,anzi auguri per il contest,ma quel latte e quel burro di malga,ti fanno venir voglia di fiondarti in quei luoghi magici!!
    Complimenti e a presto Francesca!!

    RispondiElimina

Mi fa piacere sapere cosa ne pensate, non necessariamente complimenti ma anche critiche purchè costruttive! Lasciate scritte le vostre impressioni!!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails