Lettori fissi

venerdì 12 novembre 2010

LA PAPPA COL POMODORO E LA FESTA A TREQUANDA (SI)


Che ci crediate o no, nonostante sia toscana nata, questa è la prima volta che facevo la pappa col pomodoro... Dunque, la curiosità di saperne di più su questa pietanza era tanta. Beh, è un piatto tipico toscano ma spesso è riportato che precisamente è una ricetta tipica del senese.
Ho trovato varie ricette e nonostante sappi che la "vera" pappa è fatta solo con aglio, basilico, pomodoro e pane, ho voluto provare a fare quest'altra versione. Vi assicuro che è saporitissima!!!

Con questa ricetta voglio partecipare al contest di Pina e Lia - www.provarepergustare.blogspot.com e qui, potete trovare tutte le informazioni. Vi dico solo che avete tempo per partecipare fino al 15 dicembre 2010!!



Ingredienti:
1 cipolla - 1 costa di sedano - 1 carota - 4 spicchi d'aglio - 100 gr di olio di oliva - 600 gr di pomodori ben maturi (io ho usato metà peso di pomodori maturi e metà peso di passato) - sale - pepe - 400 gr di pane raffermo - 1 mazzetto di basilico - 1 peperoncino secco - brodo vegetale.



Preparazione:
Si taglia finemente cipolla, sedano, carota e aglio. Si fanno leggermente soffriggere nell'olio. Si aggingono i pomodori tagliati a cubettini e il passato. Si fa insaporire bene, si sala, si pepa, si aggiunge il peperoncino tritato fine e si fa andare a fuoco lento per circa 20'.
Si aggiunge il pane tagliato a fette e ridotto a pezzetti, si mescola velocemente e si aggiunge il brodo secondo necessità. Rimestando, il composto deve essere bello morbido ma non troppo liquido.
Vi consiglio di aggiungere il brodo poco alla volta e valutare se aggiungerlo dopo.
Far cuocere circa 5'.
L'ideale è versare sopra una "C" di olio. Si può servire calda, fredda e se riscaldata è ancora meglio!!!
Del parmigiano grattugiato sopra non ci sta affatto male....






Come ho già detto, essendo una ricetta che molto probabilmente nasce nella provincia di Siena, ho voluto abbinare questo piatto ad una piccola cittadina che ho visitato recentemente per la prima volta in occasione di una festa  paesana che si è svolta.
Il paese si chiama Trequanda, ed è stata una piacevolissima sorpresa, molto caratteristico, con un paesaggio intorno mozzafiato.
La festa è quanto di più casareccio, pittoresco, tradizionale, l'Italia possa offrire. Tanto per restare in tema della raccolta delle amiche Lia e Pina...
Banchi di artigianato, prelibatezze gastronomiche e tipiche del luogo e la presenza di sbandieratori e tamburini...

Alcuni scorci:





L'olio nuovo:



Artigianato tipico rurale:



Prodotti di stagione:



Prodotti di tutto l'anno:



Altri tratti: 





Ed ecco coloro che ci hanno allietato il pomeriggio:









Abbiamo lasciato Trequanda nel tardo pomeriggio ammirando questo peasaggio che mi è rimasto nel cuore....




-----------------------------------------------


Girovagando sul blog, si notano un sacco di iniziative per il prossimo Natale. Volevo segnalarvene un'altra del blog di Marcella - Le ricette di Minù, la raccolta si chiama Un dolce Natale.
Vi ricordo che scade il 19 dicembre 2010!!


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails