Lettori fissi

giovedì 1 dicembre 2011

PANCAKES DOLCI E SALATI, PER TUTTI I GUSTI... E RESOCONTO "DE GUSTIBOOKS"



Preparatevi ad un bel post lungo.... non voglio essere noiosa, questo mai... ma sono pronta a resocontarvi la mia giornata alla manifestazione "De Gustibooks", lo scorso sabato... eh, lo so... sono in ritardo ma ultimamente le cose da fare anche in vista del Natale sono triplicate e solo ora riesco a pubblicare!!
Ma prima del De Gustibooks, la ricettina, anzi due... il principio di preparazione è circa lo stesso ma cambiano le versioni: una dolce e l'altra salata.
In famiglia sono state apprezzate tutte e due dagli adulti... i bimbi, da veri golosoni che sono, hanno divorato quelli dolci.... anche perchè 'sti famosi Pancakes, almeno alcuni li ho accompagnati dal celeberrimo sciroppo d'acero... Vuoi la curiosità, vuoi l'americanata... mio figlio Matteo era una vita che mi chiedeva i Pancakes con lo sciroppo d'acero....
Bene, non l'avevo mai comprato (anzi, neanche adesso l'ho mai comprato) ma visto che l'azienda "Luna di Miele" mi ha fatto recapitare un signor pacco con varie specialità riguardanti il miele e derivati e visto che tra i vari prodotti c'era appunto questo sciroppo d'acero, non ho davvero avuto più scuse. Quindi Pancakes siano!!!!

PANCAKES SALATI AI PORRI
Ingredienti:
125 gr farina Molini Rosignoli - 2 porri medi - 150 ml latte - 1 cucchiaino di lievito - 1 uovo - 4 cucchiai di olio - sale - burro (per imburrare la teglia)

Preparazione:
In un padellino si mette l'olio e si fa stufare con l'aggiunta di poca acqua, i porri. Nel frattempo, si mescola in una terrina la farina con il latte, il lievito, l'uovo e il sale. Per evitare grumi, ho usato il mixer ed è comodissimo! Si aggiungono i porri fatti leggermente raffreddare e si amalgama bene.
Si fa sciogliere poco burro in un padellino piccolo e si procede mettendo un'abbondante cucchiaiata di composto. Attenzione, lasciare che il composto si allarghi quanto vuole, senza far roteare il padellino. I Pancakes sono buoni se non sottilissimi. Una volta che il sotto è leggermente ambrato, con l'aiuto di una paletta di legno o antiaderente, rigirarlo e finire la cottura.

Questi pancakes sono ottimi se accompagnati da formaggi o salumi...

 


E veniamo ora alla versione dolce.....

PANCAKES DOLCI
Ingredienti:
125 gr farina Molini Rosignoli - 2 uova - 200 ml latte - 25 gr burro fuso freddo - 6 gr lievito - 15 gr zucchero - zucchero a velo (a scelta) - Amarene Fabbri (a scelta) - Sciroppo d'acero Luna di Miele (a scelta)

Preparazione:
Si sbattono bene con le fruste elettriche i tuorli, si aggiungono il latte e il burro fuso. Poi a seguire, la farina e il lievito setacciati.
Per finire, gli albumi montati a neve morbida con lo zucchero.
Poi, si procede alla preparazione esattamente come per la versione salata.
Personalmente, ne ho accompagnati alcuni con le Amarene Fabbri e altri con lo sciroppo d'acero. Non saprei quali scegliere, se dovessi: sono entrambi ottimi!!





Ed ecco invece il pacco regalo di Luna di Miele. Mooooolto ricco, una gran varietà di prodotti, alcuni conosciutissimi come il miele d'acacia o al castagno... altri che fungono anche da integratori, se vogliamo, al ginseng o alla propoli o alla pappa reale.

E poi, lo sciroppo d'acero, appunto ma anche lo sciroppo d'Agave....

La nostra quotidianetà, ci impone ritmi serrati e mille impegni, prodotti naturali come questi possono essere davvero la marcia in più per affrontare con forza la vita!

Vi invito a visitare il sito e a scegliere quello che più vi ispira: www.luna-dimiele.com







Eccomi finalmente al De Gustibooks, una manifestazione che personalmente mi attraeva parecchio perchè coniugava la cucina ai libri. La cucina e i libri sono due tra i miei hobby preferiti, come potevo mancare... Ma De Gustibooks era anche qualcosa in più: prodotti tipici e di qualità, quindi uno sguardo attento ai produttori di eccellenze regionali, la possibilità di parlare con autori e scrittori, approfondire tematiche interessanti riguardanti la cucina e l'approccio diretto con cuochi e protagonisti del settore. Il tutto in una location davvero sorprendente: nel centro di Firenze, il giardino dell'Orticultura, il Tepidario... una struttura in ferro e vetro, un giardino d'inverno, dove i tiepidi raggi del sole (siamo stati fortunati!!) del primo mattino ci accarezzavano...
Ammetto la mia ignoranza: sono fiorentina doc, nata e vissuta fino a una decina d'anni fa proprio a Firenze, ma non avevo mai visitato questo luogo nè il parco che gli fa da contorno..... della serie c'è sempre qualcosa di magnifico da scoprire ^__^

I profumi del cibo aleggiavano tra gli scaffali e i banchi della libreria allestita... ero al centro del mio mondo!!!!


Il piacere di sfogliare, accarezzare, ammirare i libri, con il sole che trapelava dalle vetrate.....



Come dicevo, tipicità... si andava dai peperoncini calabresi, alla focaccia ligure, dai formaggi sardi ai vini veneti, dalle caciotte campane ai dolci siciliani.... un tripudio di aromi, prelibatezze ed eccellenze!!!





Sullo sfondo e sopra di noi, sempre la struttura del Tepidario....




Il mio incontro "interattivo" sul cous cous....


E una volta concluso il gironzolare.... un altro giro: nel parco, tra alberi secolari e romantici scorci, fermarsi su una panchina e sfogliare i libri appena acquistati..... ^__*



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails